Giovanni Orlando Guida Alpina UIAGM

Val Mesdì al Sella

Se è il più famoso freeride delle Dolomiti un motivo sicuramente c'è! Panorami incredibili, valloni perfetti per sciare ed un adrenalinico canalone. Insomma, una tra le più belle discese di media difficoltà delle Dolomiti!
Prezzo da: 90€
PERIODO
dicembre - aprile
}
DURATA
Giornata intera
g
DIFFICOLTÀ
Media p
IMPEGNO
Discreto p
PARTECIPANTI
da 1 a 4
u
ETÀ MINIMA
da 16 anni p
PERIODO
dicembre - aprile
}
DURATA
Giornata intera
g
DIFFICOLTÀ
Media p
IMPEGNO
Discreto p
PARTECIPANTI
da 1 a 4 p
u
ETÀ MINIMA
da 16 anni p

SPECIALE INVERNO 2021/2022 – OGNI MERCOLEDÌ ESCURSIONE DI GRUPPO (110€/persona compreso kit di autosoccorso)

Non è di certo un caso se la Val Mesdì sul Sella è il più famoso itinerario di sci fuoripista delle Dolomiti! Un lungo vallone taglia letteralmente a metà il poderoso massiccio del Sella. Una valle che sembra essere stata creata apposta per essere sciata. Vertiginose pareti, alte fino a 500mt, racchiudono una vallata bellissima e dalla pendenza ideale. Per accedere, un ripido canale garantisce la giusta dose di adrenalina per questa avventura! La prima parte si svolge nel bellissimo altipiano del Sella, con panorami stupendi sul Sassolungo e le montagne circostanti. La discesa lunga (circa 1500mt di dislivello negativo fuoripista) è vero condensato di freeride dolomitico: ampi valloni, infinite distese di neve fresca e un canale incassato sono gli ingredienti di questa discesa, per un mix perfetto ed inimitabile di bellezza, divertimento e adrenalina. Le due brevi risalite (in totale 150mt di dislivello) che permettono di raggiungere il rifugio Boè possono essere tranquillamente affrontate con gli sci in spalla e non necessitano di sci e attacchi specifici, ma semplice attrezzatura da pista.
Una discesa ideale per chi vuole regalarsi una giornata semplicemente incredibile ed unica, adatta anche a chi possiede una buona tecnica di sci in pista e vuole affacciarsi nel bellissimo mondo del freeride dolomitico.
La pendenza massima da affrontare è di 40° per una difficoltà complessiva classificabile in BS (Buono Sciatore)

Programma

Ritrovo ore 8.30 alla partenza della funivia Arabba-Portavescovo. Possibile ritrovo anche a Malga Ciapela, Corvara, Colfosco, Canazei, Alba, Campitello di Fassa, Santa Cristina o Selva di Valgardena
Termine nel pomeriggio.

Punti di appoggio: vari rifugi sulle piste del circuito Sellaronda

Costi e materiali
Prezzo escursione
  • 1 persona – 300€/persona
  • 2 persone – 150€/persona
  • 3 persone – 110€/persona
  • 4 persone – 90€/persona

Termine di cancellazione: flessibile

Materiale personale
  • attrezzatura personale da sci (sci, scarponi, bastoncini)
  • zaino con snack energetici e bevanda calda
  • caschetto da sci
  • kit autosoccorso in valanga (ARTVA, pala e sonda)
  • consigliato zaino ABS/airbag
La quota comprende:
  • servizio Guida Alpina UIAGM
  • assicurazione RC
  • kit autosoccorso in valanga per chi ne fosse sprovvisto
La quota non comprende:
  • skipass Dolomiti Superski (no skipass di valle)
  • tutto quello che non è specificato nella voce “La tariffa comprende”

BOOK NOW

Note:
  • L’indicazione dell’età minima non va vista come un parametro rigido, ma quanto più come ad una indicazione di massima, che ovviamente dipende dalle capacità tecniche, dall’esperienza e dal grado di allenamento dei partecipanti. Se ritieni di poter effettuare l’uscita anche se la tua l’età o quella di un membro del gruppo è inferiore, contattami per discuterne direttamente all’indirizzo info@giovanni-orlando.it o chiamare al +39 328 83 15 601. in questo caso, prima di iscriversi all’attività è obbligatorio contattare la Guida Alpina.
  • Il numero massimo di persone indicate è da intendersi per singola Guida Alpina. In caso di gruppi più numerosi verranno coinvolte una o più Guide Alpine di fiducia, nel rispetto del rapporto numero massimo di persone per Guida Alpina indicata dalla scheda attività. In questo caso è necessario inviare una mail all’indirizzo info@giovanni-orlando.it o chiamare al +39 328 83 15 601.
  • È indispensabile che i partecipanti si attengano alle istruzioni impartite dalla Guida Alpina prima e durante lo svolgimento delle attività e abbiano rispetto di qualsiasi cambio di programma scelto per garantire la loro sicurezza.
  • Le tariffe relative a impianti, trasferimenti e rifugi potranno subire variazioni stabilite e applicate dai soggetti gestori.
  • Le quote indicate nella sezione “La tariffa non comprende” sono da considerare indicative e pertanto soggette a possibili variazioni.
  • Per tutti gli itinerari e programmi di attività, la Guida Alpina si riserva la facoltà di modifiche in base a condizioni (meteo, accessibilità, rifugi) e preparazione fisica dei partecipanti.
  • I periodi indicati per lo svolgimento delle attività sono suscettibili di variazioni legate alle condizioni meteo e allo stato fisico dei luoghi (innevamento, condizioni del terreno, etc…), oltre che necessariamente dipendenti dalle date di apertura/chiusura degli impianti di risalita, stabilite stagionalmente/annualmente dai soggetti gestori degli stessi e pertanto in alcun modo imputabili alla Guida Alpina.
  • Per i minori di 18 anni, se non accompagnati, è necessaria una liberatoria da parte del genitore o del tutore, da consegnare alla guida prima dell’effettuazione dell’escursione.

Pin It on Pinterest