Giovanni Orlando Guida Alpina UIAGM

Monte Pelmo per la cengia di Ball (via normale)

Una proposta per salire sulla cima del "Caregon del Padreterno", montagna simbolo delle Dolomiti. Una salita lunga, che richiede allenamento e passo fermo. Difficoltà tecniche limitate e bellissimi passaggi esporti (come la mitica Cengia di Ball) rendono questa salita unica in tutte le Dolomiti. La ricompensa sarà un panorama eccezionale in un ambiente grandioso. Dopo essere saliti sulla cima del monte Pelmo, lo guarderete con occhi diversi! Esperienza unica ed inimitabile!
Prezzo da: 170€
PERIODO
giugno-ottobre
}
DURATA
Due giorni
g
DIFFICOLTÀ
Bassa p
IMPEGNO
Buono p
PARTECIPANTI
da 1 a 4
u
ETÀ MINIMA
da 16 anni p
PERIODO
giugno-ottobre
}
DURATA
Due giorni
g
DIFFICOLTÀ
Bassa p
IMPEGNO
Buono p
PARTECIPANTI
da 1 a 4 p
u
ETÀ MINIMA
da 16 anni p

Il monte Pelmo è uno dei più famosi ed ammirati 3000 delle Dolomiti. È soprannominato “Caregon del Padreterno” per la sua forma unica e particolare, che lo fa assomigliare ad una enorme poltrona con schienale (la parete nord) e la spalla Est e la spalla Sud a fare da braccioli. Queste tre strutture racchiudono il Valon, un enorme circo glaciale. Camminare all’interno del Valon è una esperienza assolutamente unica: l’ambiente è notevole e grandioso, tra enormi pareti di roccia.
Per accedere al Valon è necessario percorrere la cengia di Ball, una cengia che corre quasi orizzontale, a tratti molto stretta ed esposta. Dopo aver risalito faticosamente il Vallon e attraversato tutto in Vant superiore con andamento verso sinistra, la salita prosegue raggiungendo la cresta che separa la Spalla sud e la vetta principale del Pelmo, che regala una bellissima visione sulla valle sottostante. Da qui, una cresta a tratti esposta e che riserva qualche passaggio di arrampicata deposita infine sulla croce di vetta.
La salita, assolutamente affascinante e ricca di storia alpinistica, è a tratti faticosa ed è riservata alle persone che non soffrono di vertigini. Assicura panorami grandiosi e viste difficoltà tecniche contenute (limitate in alcuni brevi tratti) può essere effettuata anche da semplici escursionisti con buona forma fisica.

Programma
Giorno 1

Ritrovo ore 16.00 presso la piazza di Zoppe di Cadore dalla quale saliremo al rifugio Venezia (1.947 m)
Cena e pernottamento

Giorno 2

Salita alla cima del Monte Pelmo lungo la via normale e discesa al rifugio Venezia per il medesimo itinerario.
Rientro alla macchina nel pomeriggio

Costi e materiali
Prezzo escursione
  • 1 persona – 550€/persona
  • 2 persone – 300€/persona
  • 3 persone – 215€/persona
  • 4 persone – 170€/persona

Termine di cancellazione: moderato

Materiale personale
  • abbigliamento sportivo adatto all’ambiente montano
  • materiale per il pernottamento in rifugio (saccolenzuolo obbligatorio, materiale per l’igiene personale, pila frontale)
  • scarponi o scarpe da trekking
  • zaino con acqua e snack energetici
La quota comprende:
  • servizio Guida Alpina UIAGM
  • assicurazione RC
  • utilizzo attrezzatura comune di sicurezza
  • attrezzatura personale di sicurezza (imbrago, casco, picozza e ramponi) per chi ne fosse sprovvisto
La quota non comprende:
  • trasferimenti, vitto e pernottamento dei partecipanti (mezza pensione al rif. Venezia)
  • spese Guida Alpina (mezza pensione al rif. Venezia) da dividere tra tutti i partecipanti
  • tutto quello che non è specificato nella voce “La tariffa comprende”

BOOK NOW

Note:
  • L’indicazione dell’età minima non va vista come un parametro rigido, ma quanto più come ad una indicazione di massima, che ovviamente dipende dalle capacità tecniche, dall’esperienza e dal grado di allenamento dei partecipanti. Se ritieni di poter effettuare l’uscita anche se la tua l’età o quella di un membro del gruppo è inferiore, contattami per discuterne direttamente all’indirizzo [email protected] o chiamare al +39 328 83 15 601. in questo caso, prima di iscriversi all’attività è obbligatorio contattare la Guida Alpina.
  • Il numero massimo di persone indicate è da intendersi per singola Guida Alpina. In caso di gruppi più numerosi verranno coinvolte una o più Guide Alpine di fiducia, nel rispetto del rapporto numero massimo di persone per Guida Alpina indicata dalla scheda attività. In questo caso è necessario inviare una mail all’indirizzo [email protected] o chiamare al +39 328 83 15 601.
  • È indispensabile che i partecipanti si attengano alle istruzioni impartite dalla Guida Alpina prima e durante lo svolgimento delle attività e abbiano rispetto di qualsiasi cambio di programma scelto per garantire la loro sicurezza.
  • Le tariffe relative a impianti, trasferimenti e rifugi potranno subire variazioni stabilite e applicate dai soggetti gestori.
  • Le quote indicate nella sezione “La tariffa non comprende” sono da considerare indicative e pertanto soggette a possibili variazioni.
  • Per tutti gli itinerari e programmi di attività, la Guida Alpina si riserva la facoltà di modifiche in base a condizioni (meteo, accessibilità, rifugi) e preparazione fisica dei partecipanti.
  • I periodi indicati per lo svolgimento delle attività sono suscettibili di variazioni legate alle condizioni meteo e allo stato fisico dei luoghi (innevamento, condizioni del terreno, etc…), oltre che necessariamente dipendenti dalle date di apertura/chiusura degli impianti di risalita, stabilite stagionalmente/annualmente dai soggetti gestori degli stessi e pertanto in alcun modo imputabili alla Guida Alpina.
  • Per i minori di 18 anni, se non accompagnati, è necessaria una liberatoria da parte del genitore o del tutore, da consegnare alla guida prima dell’effettuazione dell’escursione.

Pin It on Pinterest